Una splendida giornata primaverile ha fatto da cornice alla partenza del primo Gran Premio Ticino BancaStato; il percorso, da Camorino a Serravalle-Ludiano, è stato molto apprezzato e il finale di gara è risultato terreno ideale per gli uomini con doti da finisseur.

Nella gara degli u17 ha trionfato il corridore elvetico Robin Donzé, che dopo una corsa sempre all’attacco ha sferrato il colpo giusto sul rettilineo finale mettendo in fila tutti i migliori di categoria. Il campionato ticinese U17 è andato a Nicolò Scappini del VC Monte Tamaro che ha preceduto Samuel Aimi del VC Capriasca e Zenith Pradella del VC Mendrisio.

La gara degli U19 ha visto le squadre italiane del team Canturino e della Energy Team prendere in mano con forza la corsa entrando in vari attacchi sia sulla salita della Biaschina che nel circuito finale. In seguito però la reazione del gruppo è stata veemente e nella tratta finale verso Ludiano ha avuto la meglio Marco Brenner (Contrai Autozai) su Francesco Galimberti (Energy Team) e Henry Lawton (VC Lancy). Il campionato ticinese è stato vinto da Janis Baumann (VC Monte Tamaro) su Gioele David (VC Lugano) e Andrea Colombo (VC Monte Tamaro).

Nella gara della categoria maggiore c’è stato fin dalla partenza un nutrito gruppo di Elite e Under 23 svizzeri, italiani, tedeschi e belgi, in cui le squadre si sono organizzate per tenere cucito il gruppo. Il ticinese Mauro Genini (VC Mendrisio) si è distinto tra gli attaccanti di giornata. Ad imporsi con uno scatto all’ultimo giro è stato così Antoine Debons (IAM Excelsior), secondo lo specialista di ciclocross Simon Zahner (VC Meilen/EKZ) e terzo il ticinese Lorenzo Delcò (GS Biesse Carrera Gavardo).

In sintesi la giornata si può dire ben riuscita. Dopo alcuni anni finalmente una gara nazionale si è tenuta nuovamente Ticino. Dal punto di vista organizzativo tutto ha funzionato al meglio, mettendo delle basi per un solido futuro al Gran Premio Ticino BancaStato.

Adriano Alari
Presidente del CO GP Ticino – BancaStato